Direttiva RAEE dell'Unione Europea

Governi, clienti e opinione pubblica prestano un'attenzione sempre crescente al problema dello smaltimento dei rifiuti delle apparecchiature elettriche ed elettroniche. Nel 2003 l'Unione Europea (UE) ha emanato la Direttiva RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) per garantire che in tutto il territorio dell'Unione venissero attivati dei sistemi per la raccolta, il trattamento e il recupero dei rifiuti elettrici ed elettronici. Nel 2013 ne è stata emessa una revisione, la Direttiva 2012/19/EU, detta “RAEE 2”. La Direttiva RAEE si applica alla maggior parte dei prodotti elettronici, quindi anche a quasi tutti i prodotti HP, che di conseguenza si è attivata tempestivamente e risulta conforme a tutti gli obblighi normativi.

La Direttiva Comunitaria è in corso di recepimento da parte di tutti i Paesi dell'Unione Europea con apposite leggi nazionali. In Italia la nuova Direttiva è stata recepita con il con il D. Lgs. 49 del 2014.

La Direttiva RAEE e HP

Il riciclo dei prodotti non è certo una novità per HP, che del resto ha partecipato allo sviluppo della Direttiva RAEE in tutte le fasi del processo legislativo, sia a livello comunitario che dei singoli Stati membri. HP è conforme alle regole sancite dalla Direttiva RAEE e alle normative di recepimento nazionali.

Dichiarazione di conformità alla direttiva RAEEPDF, 72KB

HP ricicla apparecchiature informatiche come PC e stampanti fin dal 1987. Il Programma Planet Partners di HP consente di riciclare facilmente apparecchiature informatiche di qualsiasi marca ed è disponibile in 70 Paesi.

Programma di riciclo in Italia

Istruzioni per la gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche e elettroniche (RAEE) per utenti domestici

Se su un prodotto o sulla confezione è riportato questo simbolo significa che il prodotto non deve essere smaltito assieme agli altri rifiuti domestici. Gli utenti devono portare i propri RAEE presso gli appositi centri di raccolta. Per avere maggiori informazioni sui centri di raccolta presenti sul territorio si può visitare il sito del Centro di Coordinamento RAEE www.cdcraee.it, sezione Centri di Raccolta RAEE, contattare il proprio Comune di residenza, il servizio di smaltimento dei rifiuti locale o il negozio presso il quale è stato acquistato il prodotto.

Il D.Lgs. 49/2014 ha introdotto il principio del “1 contro 0“. In pratica, i cittadini possono consegnare il piccolo elettrodomestico da smaltire nei punti vendita della grande distribuzione (ipermercati, centri commerciali, negozi di elettronica medio-grandi, ecc.), che lo ritireranno gratuitamente senza l’obbligo d’acquisto di un prodotto equivalente. Per tutte le altre apparecchiature elettriche o elettroniche e presso i piccoli rivenditori, invece, rimane in vigore la regola del ritiro 1 contro 1, che subordina il ritiro del rifiuto da smaltire all’acquisto di un prodotto nuovo equivalente.

I RAEE una volta portati presso i centri di raccolta autorizzati vengono avviati al processo di trattamento, recupero e, eventualmente, smaltimento. Tutte le operazioni sono svolte in modo ambientalmente compatibile secondo quanto stabilito dalla normativa. La raccolta separata e il riciclo delle apparecchiature favoriscono la conservazione delle risorse naturali attraverso il recupero di molte materie prime e garantiscono che tali apparecchiature vengano gestite nel rispetto dell'ambiente e della tutela della salute.

HP, in qualità di produttore di apparecchiature elettriche ed elettroniche, provvede al finanziamento dei servizi di raccolta e trattamento delle apparecchiature restituite presso i centri di raccolta, conformemente a quanto stabilito dalla normativa nazionale.

Istruzioni per lo smaltimento di apparecchiature per imprese

Per i prodotti "ad uso professionale" (B2B) destinati ad aziende, la legislazione prevede che il produttore si faccia carico direttamente del trattamento e smaltimento dei prodotti sostituiti in ragione di un prodotto ritirato (di qualsiasi marca) per ogni prodotto equivalente venduto, salvo diverso accordo fra le parti. Per i prodotti venduti dal 1° gennaio 2011 il trattamento è gratuito. HP ha da tempo organizzato un servizio, con gestione centralizzata, che fornisce gratuitamente quanto previsto dalla legge e alcuni altri servizi riservati ai propri prodotti a fine vita. Sono inoltre disponibili altri servizi aggiuntivi a pagamento.

Il programma di trattamento hardware HP Planet Partners per le imprese è disponibile in 70 paesi. Per partecipare al Planet Partner Program di HP le aziende clienti possono inviare la propria richiesta attraverso il seguente modulo Web.

HP socio fondatore del European Recycling Platform (ERP)

Nel 2002, HP, Braun, Electrolux e Sony hanno fondato il primo sistema paneuropeo per il ritiro e il riciclo di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche. La missione di ERP (European Recycling Platform) è assicurare un'applicazione economicamente sostenibile della Direttiva RAEE, a beneficio dei clienti e dell'ambiente. ERP è il sistema collettivo per la gestione dei RAEE e di pile e accumulatori privilegiato da HP in tutti i 17 paesi in cui opera. Negli altri Paesi dell'Unione Europea, HP aderisce a un sistema Nazionale autorizzato per il Paese di riferimento.

Per maggiori informazioni sulla creazione di ERP e per scoprire di più sui processi di riciclo di questi tipi di rifiuti visitate il sito: European Recycling Platform (ERP)

RoHS

La Direttiva RoHS (Restriction of Hazardous Substances, riduzione dell'uso di sostanze pericolose) completa la Direttiva RAEE vietando l'utilizzo di determinate sostanze pericolose (piombo, mercurio, cadmio, cromo esavalente e delle due sostanze ignifughe PBB e PBDE) nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche. In Italia tale Direttiva è stata recepita con l'art. 5 del D. Lgs. 151 del 2005. Il 17 marzo u.s. è stato pubblicato in G.U. il D.Lgs. 4 marzo 2014 n. 27, che recepisce integralmente la nuova Direttiva 2011/65/UE (“RoHS 2”). Il D.Lgs è entrato in vigore ufficialmente il 30 marzo u.s.

Il provvedimento contiene importanti novità in merito al divieto di utilizzo di determinate sostanze pericolose nelle AEE immesse sul mercato, e introduce precisi obblighi e responsabilità per tutti i soggetti della filiera: fabbricanti, produttori, importatori, distributori.

Per conoscere la conformità dei prodotti HP alla Direttiva 2011/65/UE (“RoHS 2”) utilizzare il collegamento che segue:

Dichiarazione di conformità alla Direttiva RoHSPDF, 121KB