Abbattere i confini dell'IT

Strettamente collegato ai principi del cloud computing, il Software-Defined Data Center (SDDC) caratterizza un'IT costruita su Converged Infrastructure basata su standard e costituita da servizi avanzati di dati e controllo a livello delle applicazioni ed erogati a più server, sistemi di storage e reti.

Lo storage nell'SDDC richiede API aperte con un approccio programmatico all'orchestrazione e può essere fornito in base alle esigenze univoche dell'azienda, definite in base ai punti di progettazione per ottenere la massima ottimizzazione.

  • Ottimizzazione dei costi con lo storage software-defined
    Software puro come VSA (Virtual Storage Appliance) che risiedono con le applicazioni
  • Ottimizzazione a livello di servizio con lo storage service-refined
    Sistema multi-tenant dedicato e virtualizzato per carichi di lavoro Tier 1 non prevedibili


Discussione con l'esperto di HP Storage sui principi dello storage software-defined e di come si integra in un data center software-defined.

5:30 minutes

HP è leader nelle innovazioni in ambito SDDC (Software-Defined Data Center) e definisce un nuovo stile dell'IT aziendale:

 

Come definire lo storage software-defined?

HP VSA si adatta a qualsiasi tecnologia software-defined nell'ambiente IT

I motivi

Innovazioni di storage software-defined

Orchestrazione nel data center software-defined

Altamente automatizzati, gli SDDC (Software-Defined Data Center) eliminano i silos fisici e di gestione tra server, storage e reti. Con le caratteristiche delle implementazioni cloud o IT-as-a-Service (ITaaS), gli SDDC consentono di:

  • Distribuire le applicazioni in pochi minuti e non settimane
  • Concentrare le risorse sull'innovazione aziendale e meno sulle operazioni IT

Pionieri nell'orchestrazione aperta

Il controllo programmatico dell'infrastruttura con API aperte e basate su standard, unitamente ad ambienti di orchestrazione basati sulle applicazioni, rappresenta un requisito essenziale dell'SDDC e parte integrante della strategia di Converged Storage sin dal 2010.

HP è pioniere nei progetti di espansione del framework OpenStack allo storage Fibre Channel con integrazione con le principali applicazioni degli ISV quali Microsoft, VMware e SAP.

  • HP e OpenStack: provisioning automatizzato e basato su standard per l'ITaaS
  • HP CloudOS: distribuzione di OpenStack e modellazione delle applicazioni di classe enterprise
  • HP CloudSystem: piattaforma cloud aperta e integrata per costruire e gestire servizi
  • Soluzioni HP Storage: orchestrazione integrata per applicazioni Microsoft, VMware, e altri ISV

Per ulteriori informazioni:

Leggete i blog Around the Storage Block: HP Storage e OpenStack
Guardate il video: il tecnico HP affermato Sam Fineberg discute sullo storage HP integrato con OpenStack

Innovazioni di storage software-defined

Ottimizzazione nel data center software–defined

I requisiti di progettazione per l'ottimizzazione rappresentano una considerazione importante nella scelta del sistema di storage necessario per l'SDDC. Che l'ottimizzazione riguardi i costi o i livelli di servizio, stabiliremo se la scelta migliore sia lo storage software-defined o service-refined.


Storage software-defined Storage service-refined
Solo software
Hypervisor e indipendente
Federato
Multi-tenant
Virtualizzato per carichi di lavoro non prevedibili


Ottimizzare i costi con lo storage software-defined

Lo storage software-defined offre servizi solidi che consentono di:

  • Ridurre i costi sfruttando l'hardware già esistente
  • Evitare la dipendenza dall'hardware e implementazioni indipendenti dall'hypervisor
  • Espandere l'IT senza interruzioni con mobilità dei dati scale-out e federata

Comprovato: leader in storage software-defined

Sebbene il termine sia nuovo, il concetto alla base non lo è. HP fornisce storage software-defined da oltre 6 anni, riducendo costi e ingombro presso i clienti.

HP ha distribuito oltre 170.000 licenze StoreVirtual VSA con funzionalità avanzate non disponibili con le soluzioni software-defined meno mature.

Grazie a queste basi comprovate, HP sta espandendo la tecnologia VSA per coprire l'intero porftolio di Converged Storage e continuare a innovare con:

HP StoreVirtual VSA:

  • Livelli di servizio ottimali con tiering dello storage autonomico e adattivo
  • Riduzione dei costi grazie alla trasformazione dello storage legacy in un tier di storage economico

HP StoreOnce VSA:

  • Riduzione dei costi fino al 65% per la protezione dei dati presso siti di piccole dimensioni
  • Fornitura di servizi gestiti di protezione dei dati

Ulteriori informazioni su:

 

Raggiungere l'ottimizzazione a livello di servizi: storage service-refined

I sistemi di storage dedicati ricoprono un ruolo importante nel Software-Defined Data Center (SDDC) quando prestazioni e resilienza garantite sono essenziali.


I sistemi di storage service-refined utilizzano la virtualizzazione per separare i servizi dati dalle risorse hardware poiché:

  • Supportano carichi multi-tenant e non prevedibili grazie a ottimizzazioni hardware
  • Gestiscono le prestazioni nonostante guasti a siti o sistemi
  • Garantiscono la qualità del servizio per applicazioni o tenant

Progettati per ambienti con SLA altamente esigenti

Con 3 dei principali 4 provider di servizi gestiti al mondo come clienti, HP dispone delle informazioni strategiche sui requisiti delle grandi implementazioni IT-as-a-Service (ITaaS).

Il sistema HP 3PAR StoreServ con design cluster specializzato ASIC e mesh-active è in grado di fornire prestazioni e resilienza Tier 1 come nessun'altra architettura di storage. HP punta a espandere tale progettazione multi-tenant all'area della protezione delle informazioni.

HP 3PAR StoreServ Storage

  • Architettura singola per lo storage primario
  • Piattaforme per aziende midrange, Tier-1 e array all-flash ottimizzato

HP StoreOnce 6200 Backup

  • Backup e ripristino su disco più veloci del settore
  • Deduplica federata

 

Innovazioni di storage software-defined