Il futuro dell'elaborazione a elevate prestazioni (HPC)

Trovate più rapidamente le risposte, in modo molto più sostenibile di prima.

Guardate la presentazione e scoprite HP Apollo in azione.

Guardate la presentazione e scoprite HP Apollo in azione.

Inizio del contenuto della finestra di dialogo
//
Chiudi
  

2:42

Guardate la presentazione e scoprite HP Apollo in azione.

Inizio del contenuto della finestra di dialogo
//
Chiudi

Per risolvere alcuni dei più complessi problemi a livello mondiale, scienziati, ingegneri e analisti richiedono continuamente nuovi livelli di prestazioni. Ma, allo stesso tempo, scalare i sistemi attuali a livello di ExaFLOPS porterebbe a un consumo di energia equivalente circa a quella prodotta dalla diga Hoover e richiederebbe lo spazio di 30 campi di football1.

In poche parole, non è sostenibile. Perciò HP ha reinventato l'elaborazione a elevate prestazioni modificando l'equazione tra prestazioni, spazio e alimentazione.


 

Scalabilità su misura

La famiglia di sistemi HP Apollo offre prestazioni all'avanguardia con opzioni di alimentazione e raffreddamento che richiedono meno spazio. A partire dall'HPC entry-level fino all'elaborazione più complessa, abbiamo il sistema giusto per la vostra azienda.

 
 

NREL Peregrine

Perfezione con raffreddamento ad acqua. Il sistema HP Apollo 8000 presso l'NREL Energy Systems Integration Facility riceve il riconoscimento R&D 100.

Leggete le informazioni sul riconoscimento

Peregrine: Risparmio di 1 milione di dollari l'anno sui costi operativi

I ricercatori del National Renewable Energy Laboratory (NREL) si dedicano a trasformare il modo in cui il mondo utilizza l'energia. Un esempio è dato dal nuovo sistema di elaborazione a elevate prestazioni dell'organizzazione. Il supercomputer del NREL, oltre a fornire un'incredibile potenza di elaborazione per sostenere la ricerca sulle energie rinnovabili, è all'avanguardia per quanto riguarda l'elaborazione a basso consumo energetico grazie al sistema di raffreddamento mediante liquidi sviluppato da HP.

 
1. In base al report DOE Office of Science per il 2010, The Opportunities and Challenges of Exascale Computing.